Masiello: “Certi della nostra trasparenza, Vigliotti mi spieghi i danni arrecati al paese da gestione Telese”




SANTA MARIA A VICO. Arriva la risposta di Città Domani al manifesto del gruppo consiliare di minoranza Per Santa Maria, formato dai consiglieri Danilo Di Cecco e Vincenzo Vigliotti.

A parlare è naturalmente il capogruppo Maurizio Masiello che respinge le accuse al mittente e mette in evidenza la gestione, secondo il gruppo molto negativa, targata Adriano Telese 2006-2009, che altri non è che il leader del progetto oggi rappresentato dall’avvocato e dall’esponente di Rosciano.

 

“Il gruppo Persantamaria, ancora una volta, consuma la carta – dice Masiello –  per stampare manifesti colmi di quella demagogia che ha trionfato in uno spudorato arrivismo senza scrupoli, festeggiando, addirittura, con fuochi d’artificio per un avviso di indagini nei confronti di membri dell’attuale amministrazione, avviate da un’infinità di esposti anonimi da parte di persone piene di odio, cattiveria ed infamia che vogliono solo il male del paese.

Ribadisco la nostra serenità in merito alla questione poiché abbiamo e stiamo operando con la massima onestà e l’assoluta trasparenza che ci ha sempre contraddistinto, nell’esclusivo interesse di Santa Maria a Vico, ed il tutto, ne sono certo, verrà accertato e chiarito quanto prima dagli organi competenti. Così come sono certo che, la stessa magistratura, porterà a galla gli ignobili autori anonimi, dando loro un nome e un cognome, unitamente ai mandanti.

Ripeto, ancora una volta, che il mio gruppo appartiene a quella categoria che rispetta il voto popolare ed è convinta che il paese si amministra con l’espressione sovrana dei cittadini piuttosto che con mezzi che esulano dalla sana politica.

E’ appena il caso di evidenziare che il Sindaco, lo stesso giorno dell’avvio delle indagini, con apposito comunicato stampa ha illustrato all’intera cittadina i fatti accaduti, mettendosi, da subito, a disposizione degli organi inquirenti.


Francamente mi sembra, assolutamente, un controsenso leggere che una persona indagata non sia colpevole ma, allo stesso tempo, si chiedono dimissioni.

Lo stesso controsenso di un gruppo che ha saputo smentirsi da solo il giorno prima del consiglio comunale nel quale abbiamo approvato, dopo dieci anni, il PUC che, oltre a regolamentare l’intero territorio comunale, ha sburocratizzato l’assegnazione dei lotti nella zona artigianale e industriale creando così, concretamente, quella speranza occupazionale che tutti i nostri giovani attendono. Hanno fatto uscire un manifesto nel quale se ne leggevano di cotte e di crude per poi, nel civico consesso, al cospetto della sapiente illustrazione del progettista, rimangiarsi le gravi offese del giorno precedente con la loro astensione.

Chiedo, al silente consigliere Vigliotti di illustrare tutti quei danni inquietanti arrecati al paese durante l’allucinante esperienza amministrativa sua e dei suoi amici dove, nonostante la presa di distanza della gran parte degli allora consiglieri, rimase aggrappato alla poltrona ed alla giacca del capo. Perché non ci erudisce dei danni incalcolabili di cui, ancora oggi, questo paese ne paga dazio, basti pensare all’ampliamento cimiteriale con le conseguenze che tutti sappiamo e che, questa amministrazione, sta risolvendo. Ci potrebbe illuminare sull’acquisto via fax della masseria la Duchessa, della svendita della zona industriale ad un privato e ,ancora, delle case popolari a S. Marco , dove prima il Tar e poi il Consiglio di Stato dichiaravano illegittime entrambe le procedure, altro ed ennesimo danno incalcolabile al paese.

E’ bene sottolineare che questi sono fatti e non ipotesi.

Questa amministrazione porterà avanti l’attività amministrativa nella certezza di non avere timori e nella consapevolezza di proseguire quell’opera di cambiamento della nostra cittadina che è sotto gli occhi di tutti”.

Gruppo consiliare Città Domani

Il capogruppo

_______Guarda il Video _________
Condividi