Rapina e spari, far west da “Ristrò”. Denunciato un residente




AGGIORNAMENTO ore 11 e 35

Indagini in corso per risalire ai responsabili della rapina ai danni del Ristrò. La polizia ha denunciato una persona del posto in quanto grazie all’applicazione Apple ‘Trova il mio i phone’, uno degli smartphone rubati ai clienti dai rapinatori è stato trovato a casa di questa persona, precisamente nel giardino dietro casa.

Secondo le testimonianze dei clienti e del titolari, tutti rapinati, gli autori del raid avevano un accento dell’est Europa, quindi bisogna ancora scavare per cercare di risalire ai responsabili, infatti il denunciato è di Cervino ed è italiano…

 

IL PRIMO LANCIO

CERVINO. Colpo clamoroso nella tarda serata di ieri al locale “Ristrò” di via Monsignor Pascarella a Cervino. Due malviventi col volto travisato sono giunti prima della chiusura nel ristorante ex Punch, rimodernato da poco ed attualmente gestito da Domenico Migliore insieme ad un altro socio di Santa Maria a Vico.

 

I due banditi, dall’accento straniero, hanno fatto irruzione nel ristorante quando c’erano ancora diversi clienti ai tavoli: si sono diretti verso il registratore di cassa con uno scopo ben preciso. Uno dei due ha mostrato ai presenti una pistola chiedendo di consegnare immediatamente l’incasso della serata. Si sono vissuti attimi di tensione, ma per evitare ulteriori rischi agli avventori, il denaro è stato dato nelle mani dei banditi che sono scappati via, non prima di ripulire alcuni clienti a cui hanno preso orologi e portafogli.

 


Stando alle prime testimonianze provenienti dalla zona di Cervino centro, i due delinquenti, probabilmente allo scopo di coprirsi la fuga, hanno esploso due colpi di arma da fuoco sul soffitto. Spavento tra i clienti presenti, mentre gli addetti lanciavano l’allarme.

Sul posto è giunta una pattuglia della polizia che ha avviato le indagini del caso per risalire all’identità dei rapinatori che intanto avevano già lasciato la zona a tutta velocità.

Sicuramente avevano un complice ad attenderli ma comunque sono stati visti scappare a piedi.

Sono state già raccolte alcune testimonianze utili a tracciare un primo identikit dei banditi. Ancora da quantificare il bottino che sarebbe comunque di diverse centinaia di euro più quanto hanno preso ai clienti.

_______Guarda il Video _________
Condividi