Scappa sui tetti per sfuggire alla polizia, roba da film a Casale


CASAL DI PRINCIPE. Nella mattinata di oggi, a Casal di Principe, la Polizia di Stato di Caserta ha tratto in arresto DI BONA Abramo, di anni 35, destinatario di un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso il 15.6.2017, dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Napoli – Ufficio Esecuzioni Penali –.

L’arrestato dovrà scontare la pena di un anno, due mesi ed undici giorni di reclusione per fatti risalenti al 10  aprile 2015 allorquando, alle tre di notte, nei pressi della stazione di Aversa, realizzò una rapina aggravata in danno di un avvocato 38enne, originario di Giugliano in Campania. Nella circostanza, il DI BONA e i suoi due complici, aggredirono il legale mentre si trovava all’interno della sua automobile, nel tentativo di sottrargliela. Il malcapitato, tuttavia, riuscì ad opporsi alla violenza degli assalitori, nascondendo le chiavi della macchina; gli sottrassero comunque il suo giubbino, contenente denaro contante e occhiali, per poi darsi alla fuga dopo averlo picchiato pesantemente.

L'articolo continua



_______Guarda il Video _________

Anche nell’intervento di questa mattina il DI BONA ha palesato tutta la sua indole. Infatti, nel corso dell’operazione che ha condotto al suo arresto, all’atto dell’irruzione nella sua abitazione, il DI BONA si è dato alla fuga, scappando attraverso i tetti, e nascondendosi sul terrazzo di un edificio poco lontano, dove è stato prontamente individuato e bloccato dagli agenti della Squadra Mobile.

Dopo un’accurata perquisizione effettuata all’interno dell’abitazione dell’arrestato sono stati rinvenuti e sequestrati numerosi attestati, referti medici falsi, timbri di altrettanti sanitari ed altro materiale finalizzato, verosimilmente, alle truffe assicurative; per tale ragione il DI BONA è stato anche denunciato per il reato di falso.

Dopo le formalità di rito, è stato condotto presso il carcere di S. Maria C.V. (CE).



Condividi