Assalto choc al blindato, mitra spianati contro autista


CESA. Il colpo è fallito, ma la paura è stata tanta: attimi di grande tensione si sono vissuti ieri mattina a Cesa, nella zona di via Giuseppe Verdi, dove c’è l’ufficio postale. L’obiettivo dei rapinatori non erano però gli sportelli delle Poste ma il furgone che si stava recando in zona per consegnare il denaro. In sette sono entrati in azione, tra coloro che hanno bloccato la marcia del mezzo e gli altri che hanno minacciato l’autista con le loro armi.

Qualcosa però è andato storto nel piano messo in atto dai banditi: nel momento in cui hanno provato a sbarrare la corsa, l’autista aveva si era già liberato del denaro che sarebbe poi dovuto confluire nelle cassette. I malviventi sono così dovuti scappare via a mani vuote, mentre il malcapitato conducente del furgone blindato lanciava l’allarme.

L'articolo continua



_______Guarda il Video _________

Sul posto sono giunti i carabinieri della stazione di Cesa che hanno cominciato le indagini per risalire all’identità dei componenti del commando. Secondo la descrizione dell’autista ad agire sono stati in sette, compresi coloro che facevano da “pali”: avevano il volto coperto e delle armi, tra i quali anche i mitra.



Condividi