Sale il tasso di evasori: ecco le contromosse della giunta Mirra


SANTA MARIA CAPUA VETERE. Sale il tasso di evasione dei tributi locali ed il comune corre ai ripari approvando una deliberazione di giunta con la quale si cerca di recuperare qualche cosa di soldi concedendo ai contribuenti morosi di versare il dovuto dilazionando la somma.

Infatti, dall’attività di controllo dell’ufficio tributi è emerso un numero impressionante di evasori del tributo TARI che per il 2014 ammonta a 6.610 e per il 2015 sono risultate irregolari 4.671 posizioni di contribuenti sempre per quanto riguarda il pagamento della TARI per un totale complessivo di 11.281 contribuenti, mentre per il servizio idrico per il periodo 2013,2014 e 2015, le posizioni irregolari risultano essere ben 17.850.
L'articolo continua



_______Guarda il Video _________
Bei soldini che il comune non ha ancora incassato, ma per recuperarli si è deliberato di procedere alla rateizzazione del dovuto su richiesta del contribuente che sia “in temporanea situazione di difficoltà ad adempiere” con un massimo di 36 rate con un importo per ogni singola rata non inferiore ai cento euro.
Senza dimenticare che un nuovo salasso è previsto per i prossimi giorni con il pagamento del servizio idrico per il 2016 e TARI 2017.
Questi dati, forniti direttamente dall’ufficio tributi confermano l’estremo stato di disagio dei cittadini nei confronti dei tributi locali che fanno registrare un alto tasso di evasione. Abbassare le aliquote – chiedono a gran voce i cittadini – per pagare tutti anche se in cambio i servizi non sono al top.
ANTONIO TAGLIACOZZI


Condividi