Morosità incolpevole, bocciate 6 domande su 10



SANTA MARIA CAPUA VETERE. Per ottenere il contributo per gli affitti per morosità incolpevole, sono pervenute in comune dieci domande delle quali solo quattro sono state accolte, mentre sei sono state giudicate non conformi al bando. La graduatoria provvisoria è stata stilata dall’apposita commissione composta dal dirigente i servizi sociali, Ermina Cecere, presidente, Rubina Cecere responsabile del procedimento, Giuseppe De Angelis, segretario verbalizzante, Giovanni Ventrone per il sindacato UIL e il rappresentante del sindacato CGIL di Caserta.

L’avviso pubblico riguardava la concessione di contributi a sostegno della cosiddetta morosità incolpevole che si verifica allorquando l’affittuario di un appartamento, per motivi indipendenti dalla sua volontà e cioè malattia, licenziamento, infortunio ed altro non è più in condizione di mantenere gli impegni assunti e, quindi, di non poter più pagare il fitto per la casa.

l'articolo continua



Le domande di partecipazione al bando sono state corredate dalla copia del contratto di fitto, dai certificati di residenza e di famiglia storici, dall’attestazione di documentato possesso della perdita o sensibile diminuzione della capacità reddituale, ovvero attestazione di licenziamento, cassa integrazione ordinaria, straordinaria, collocazione in stato di mobilità e mancato rinnovo di contratti, dichiarazione ISE ed ISEE, attestazione di malattia grave, infortunio o decesso reso dal medico curante o dall’ASL competente, copia di sentenza di eventuale separazione legale, copia del provvedimento di sfratto per morosità.

ANTONIO TAGLIACOZZI

_______Guarda il Video _________
Condividi